StorageCraft ImageManager Italian ReadMe

StorageCraft ImageManager 5.0.5

Ultimo aggiornamento: marzo 2012

 

INFORMAZIONI GENERALI

Il presente file contiene informazioni aggiuntive che integrano il manuale.  Leggere tutte le sezioni prima di procedere con l'installazione del prodotto.

 

SOMMARIO

1. Requisiti di sistema

2. Suggerimenti di installazione

3. Gestione delle licenze in base ai processi

4. Miglioramenti

5. Problemi corretti

 

1. Requisiti di sistema

Requisiti hardware

  • È necessario soddisfare i requisiti minimi del sistema operativo
  • Almeno 1 GB di RAM fisica (consigliati 4 GB)
  • 75 MB di spazio libero su disco rigido per i file di installazione

Sistemi operativi supportati

Windows Small Business Server 2011

Windows Server 2008 R2 Foundation

Windows Server 2008 R2 (x86 a 32 bit e x64 a 64 bit)

Windows Server 2008 (x86 a 32 bit e x64 a 64 bit)

Windows Small Business Server 2008 (x86 a 32 bit e x64 a 64 bit)

Windows EBS Server 2008 (x86 a 32 bit e x64 a 64 bit)

Windows Server 2003 (x86 a 32 bit e x64 a 64 bit)

Windows Small Business Server 2003 (x86 a 32 bit e x64 a 64 bit)

Windows 2000 Server/Advanced Server (SP4 o superiori, x86 a 32 bit)

Windows Small Business Server 2000 (x86 a 32 bit)

Windows 7 (x86 a 32 bit e x64 a 64 bit)

Windows Vista Home Basic (x86 a 32 bit e x64 a 64 bit)

Windows Vista Home Premium (x86 a 32 bit e x64 a 64 bit)

Windows Vista Ultimate (x86 a 32 bit e x64 a 64 bit)

Windows Vista Enterprise (x86 a 32 bit e x64 a 64 bit)

Windows Vista Business (x86 a 32 bit e x64 a 64 bit)

Windows XP Media Center (x86 a 32 bit e x64 a 64 bit)

Windows XP Professional (SP2 o superiori, x86 a 32 bit e x64 a 64 bit)

Windows XP Home (SP2 o superiori, x86 a 32 bit e x64 a 64 bit)

Windows 2000 Professional (SP4 o superiori, x86 a 32 bit)

 

N.B. Sebbene ImageManager sia eseguibile nella maggior parte dei sistemi operativi Windows, StorageCraft consiglia di usare un sistema operativo Windows Server, come Windows Server 2008 R2.

 

2. Suggerimenti di installazione

  • ImageManager 5.0.5 supporta aggiornamenti dalle versioni 4.0.1 precedentemente installate e successive, senza dover prima disinstallare la versione preesistente. Se si sta installando 5.0.5 in sistemi con una versione 4.0.0 o precedente, sarà necessario disinstallare manualmente la versione precedente prima di installare 5.0.5.
  • Quando si esegue l'aggiornamento a 5.0.5, i processi e le impostazioni esistenti verranno conservati indipendentemente dalla versione di ImageManager che si sta aggiornando. Per garantire che tutte le impostazioni migrino correttamente, chiudere la console di ImageManager prima di aggiornare ad ImageManager 5.0.5.
  • Se si dispone della manutenzione attiva nell'installazione preesistente, è possibile utilizzare il product key preesistente per attivare le funzionalità 5.0.5 avanzate dopo l'aggiornamento. Se non si dispone della manutenzione attiva con il prodotto, allora sarà necessario contattare il rivenditore e acquistare un product key 5.0.5.
  • L'aggiornamento a 5.0.5 funzionerà solo sul computer in cui è stata prima concessa in licenza un'installazione di ImageManager. Ciò si applica solo alla prima attivazione di 5.0.5.
  • ImageManager 4.x non consente la disattivazione delle licenze. Pertanto, è necessario installare 5.0.5 nello stesso sistema in cui si è prima installato e attivato ImageManager 4.x. È quindi possibile installare e attivare 5.0.5 in un secondo sistema prima di disinstallare ImageManager nel primo sistema.
  • ImageManagerSetup.exe installa solo la ShadowStream Admin Console. Per installare ShadowStream Server, è necessario eseguire ShadowStreamSetup.exe. Questa operazione consentirà all'utente di installare il componente del server o di eseguire un'installazione completa.

 

3. Gestione delle licenze in base ai processi

ImageManager 5.0.5 usa un modello flessibile di gestione delle licenze in base ai processi per i servizi avanzati. Il numero di serie di ciascun prodotto può contenere una o più licenze dei processi. I processi di Network Replication, intelligentFTP Replication, ShadowStream Replication e HeadStart Restore vengono tutti acquistati e concessi in licenza indipendentemente (fatta eccezione per Network Replication e intelligentFTP, che sono inclusi).

Per esempio, se è necessario solo un processo di HeadStart Restore per un unico computer, è possibile acquistare la licenza di un singolo processo. Se si acquista la licenza di un processo di HeadStart Restore e la licenza di un processo iFTP, è possibile assegnare entrambe le licenze allo stesso numero di serie, ma può quindi essere assegnato a computer diversi. È anche possibile spostare le licenze dei processi tra i computer, se necessario.

 

N.B. Gli utenti di 4.X con contratti di manutenzione possono aggiornare i processi di intelligentFTP e HeadStart Restore preesistenti in modo che siano concessi in licenza singolarmente.

 

Licenze dei processi disponibili per l'acquisto:

o    Network Replication

o    intelligentFTP Replication

o    ShadowStream Replication

o    HeadStart Restore

 

4. Miglioramenti

5.0.5 (marzo 2012)

  • Aggiunta l'esecuzione contemporanea dei processi, per i processi di HeadStart Restore e Replication dello stesso tipo (come tutti i processi di Network Replication o tutti i processi di ShadowStream).
  • Aggiunto un controllo ogni 15 minuti per attivare un nuovo tentativo per i processi di replica non riusciti, invece di dover attendere che un altro file attivi un nuovo tentativo.

  5.0.1 (dicembre 2011)

  • Aggiornate le stringhe di localizzazione in giapponese con traduzioni più precise
  • Aggiornato lo strumento Password Reset (Reimpostazione password) in modo che funzioni con il servizio ImageManager 5.x.
  • Aggiornate le stringhe per rispecchiare il nuovo marchio.

5.0 (settembre 2011)

  • Modificato il modello di gestione delle licenze con una gestione delle licenze basata sui processi.
  • Aggiunto il trasporto delle repliche ShadowStream.
  • Aggiunto il supporto completo per i cluster vCenter consentendo agli utenti di selezionare la cartella della VM di destinazione invece di usare la cartella principale. Nelle versioni precedenti di ImageManager questo problema è stato evitato con il failover ESX per gli utenti che eseguivano un cluster ESX. La selezione della cartella di una VM è necessaria quando le autorizzazioni ESX limitano l'accesso dell'utente a cartelle e pool di risorse specifici.
  • Aggiunto il Replication Throttling ad intelligentFTP e ShadowStream per limitare la trasmissione ad un valore di Mbps inviati.
  • Aggiunti oggetti di Location per eliminare la ridigitazione delle credenziali condivise/archiviate.
  • Aggiunta l'opzione della modalità Active/Passive (Attiva/Passiva) alle destinazioni di FTP Replication.
  • Aggiunta l'opzione Block Size (Dimensione blocco) alle destinazioni di FTP Replication per consentire l'ottimizzazione dei trasferimenti FTP.
  • Suddiviso Consolidation (Consolidamento) in Consolidation (Consolidamento) e Retention (Mantenimento) per consentire all'utente di gestire e abilitare/disabilitare indipendentemente Image Consolidation (Consolidamento immagini) e Image Retention (Mantenimento immagini).
  • Aggiunto il supporto per gli avvisi di Retention (Mantenimento). Quando gli utenti avviano virtualmente una catena di immagini, viene creato un incremento per tale sessione di avvio. ImageManager non ne esegue l'eliminazione, quindi quando esiste questa condizione viene segnalata come avviso di Retention (Mantenimento).
  • Sviluppata una soluzione per i problemi relativi al limite di 2 GB delle dimensioni dei file di immagine in alcuni dispositivi NAS in cui è in esecuzione Samba.
  • Aggiunto il supporto per la sostituzione delle unità locali con processi incrementali continui.
  • Aggiunto il supporto per ulteriori lingue.  Le lingue supportate ora includono inglese, tedesco, spagnolo, francese, italiano, giapponese, coreano, turco, cinese (semplificato e tradizionale) e portoghese (Portogallo).

 5. Problemi corretti

 

5.0.5 (marzo 2012)

 

  • Corretto un problema relativo all'invalidamento delle licenze con la modifica dell'ID hardware.
  • Corretto un bug di replica che si verifica quando la data di creazione di un file di immagine è precedente al file da cui dipende (può accadere con l'ora legale).
  • Corretto un bug relativo alla modifica della modalità di replica di un processo preesistente.  Ora l'elenco di file da inviare cambia immediatamente invece di dover aspettare che il processo venga disabilitato e riabilitato.
  •  Rimosso il controllo della corrispondenza delle dimensioni dei file nella replica delle immagini infragiornaliere, nel sito in cui ImageManager è in esecuzione.
  • Verificata la funzione dell'ora di creazione in ciascuna sincronizzazione, per risolvere il problema “Files created out of sequence” (File creati fuori sequenza) quando la data di creazione è incorretta.
  • Corretto un errore che si verifica quando la modalità di replica cambia mentre un file viene inviato o è in attesa per essere inviato.
  • Corretto un bug relativo al client che temporaneamente non risponde quando riceve troppe notifiche dal servizio ImageManager.
  • Corretto un errore di consolidamento quando il fuso orario viene modificato e l'ora tra gli incrementi cambia ogni ora o meno durante il giorno.

 5.0.1 (dicembre 2011)

  • Corretta la generazione di una NullReferenceException quando si prova ad aggiornare le licenze dei processi mentre la rete è inattiva.
  • Corretto un problema di aggiornamento della console che impediva l'aggiornamento della stessa dopo essere stata attiva per più di 24 ore.
  • Corretto un errore nella finestra di dialogo Send Test Email (Invio posta elettronica di prova) che richiedeva il controllo “This server requires authentication” (Questo server richiede l'autenticazione).
  • Corretto ImageManagerSetup.exe per consentire gli aggiornamenti dalla versione 4.0.1, e più recenti, e richiedere la disinstallazione se viene rilevata una versione precedente.
  • Corretto ImageManagerSetup.exe per richiedere l'accettazione dell'EULA in seguito all'aggiornamento.  

 5.0 (settembre 2011)

  • Corretto ImageManagerSetup.exe per consentire l'installazione in un percorso personalizzato.

 

 

Copyright (c) 2012 StorageCraft Technology Corp. Tutti i diritti riservati. I presenti Software e Documentazione sono protetti da copyright.  La proprietà del Software  StorageCraft ImageManager è riservata a StorageCraft Technology Corporation.  StorageCraft, il logo StorageCraft e il logo  StorageCraft ImageManager sono marchi commerciali di StorageCraft Technology Corporation.  StorageCraft ImageManager è un marchio commerciale di StorageCraft Technology Corporation negli Stati Uniti e altrove. Tutti gli altri marchi e nomi dei prodotti sono o potrebbero essere marchi commerciali o  marchi registrati dei rispettivi proprietari.

 

 

 

Terms and Conditions of Use - Privacy Policy - Cookies