Salta al contenuto principale

Download e installazione di SPX su Linux

Per installare StorageCraft® ShadowProtect® SPX sul sistema Linux, consultate le istruzioni per la versione Linux. Le istruzioni per l'installazione sono le stesse sia per una versione di prova sia per un nuovo acquisto.

CentOS e Red Hat Enterprise Linux

Installazione di SPX su CentOS o RHEL 7

Importante: il repository EPEL è richiesto  per l'installazione di SPX su CentOS o RHEL.

Importante: verificare che il proprio kernel sia supportato.


1. Installate il repository EPEL. Eseguite il comando:

sudo yum install epel-release

Nota: la maggior parte delle installazioni Linux di CentOS e RHEL comprende i componenti EPEL. Tuttavia, se necessario, potete scaricare e installare manualmente i repository EPEL. Visitate il sito Web di Fedora  https://fedoraproject.org/wiki/EPEL per scaricare il pacchetto EPEL. Quindi, eseguite il comando riportato in precedenza.


2. Installate e configurate il repository StorageCraft sul sistema. Questa operazione deve essere eseguita una sola volta.

Aprite un terminale e digitate i comandi seguenti:

wget https://downloads.storagecraft.com/spx/CentOS7/storagecraft-repo-latest.rpm -O storagecraft-repo-latest.rpm

sudo yum install storagecraft-repo-latest.rpm -y


3. Se fprintd-pam è installato, potrebbe verificarsi un conflitto con SPX. Per evitare questo problema, potete disinstallare fprintd-pam:

sudo yum remove fprintd-pam -y


4. Per installare tutto (interfaccia utente e agente):

sudo yum install spx kmod-stcvsm-$(uname -r)

Per installare solo l'agente:

sudo yum install spx-agent

Per installare solo l'interfaccia utente:

sudo yum install spx-gui


5. Per verificare che sia installata la versione più recente di SPX, eseguite:

rpm -qi spx


6. Avviate il servizio: 

sudo systemctl start spx


7. Aggiungete l'utente corrente al gruppo di gestione SPX appena creato

sudo /usr/bin/gpasswd -a $USER spx


8. Per aprire la console:

  • Selezionate Applicazioni > Strumenti di sistema > ShadowProtect SPX per aprire l'interfaccia utente di SPX dalla GUI.
  • Per aprire l'interfaccia dal terminale, utilizzate il comando di terminale:

    /opt/StorageCraft/spx/bin/spx_gui


Il pacchetto rpm del repository StorageCraft deve essere installato una sola volta. Dopo questa operazione, installate le build successive utilizzando:

yum update spx

In caso di visualizzazione di un messaggio di errore che indica un conflitto con un pacchetto, rimuoverlo:

sudo yum remove <packagename>

Ripetete quindi l'installazione.

 

Installazione di SPX su CentOS o RHEL 6

Importante: il repository EPEL è richiesto  per l'installazione di SPX su CentOS o RHEL.

Importante: verificare che il proprio kernel sia supportato.
 

1. Installate il repository EPEL:

sudo yum install epel-release

Nota: la maggior parte delle installazioni Linux di CentOS e RHEL comprende i componenti EPEL. Tuttavia, se necessario, potete scaricare e installare manualmente i repository EPEL. Visitate il sito Web di Fedora  https://fedoraproject.org/wiki/EPEL per scaricare il pacchetto EPEL. Quindi, eseguite il comando riportato in precedenza.
 

2. Installate e configurate il repository StorageCraft sul sistema. Questa operazione deve essere eseguita una sola volta.

Aprite un terminale e digitate i comandi seguenti:

wget https://downloads.storagecraft.com/spx/CentOS6/storagecraft-repo-latest.rpm -O storagecraft-repo-latest.rpm

sudo yum install storagecraft-repo-latest.rpm -y
 

3. Se fprintd-pam è installato, potrebbe verificarsi un conflitto con SPX. Per evitare questo problema, potete disinstallare fprintd-pam:

sudo yum remove fprintd-pam -y


4. Per installare tutto (interfaccia utente e agente):

sudo yum install spx kmod-stcvsm-$(uname -r)

Per installare solo l'agente:

sudo yum install spx-agent

Per installare solo l'interfaccia utente:

sudo yum install spx-gui


5. Per verificare che sia installata la versione più recente di SPX, eseguite:

rpm -qi spx


6. Avviate il servizio: 

sudo start spx


7. Aggiungete l'utente corrente al gruppo di gestione SPX appena creato

sudo /usr/bin/gpasswd -a $USER spx


8. Per aprire la console:

  • Selezionate Applicazioni > Strumenti di sistema > ShadowProtect SPX per aprire l'interfaccia utente di SPX dalla GUI.
  • Per aprire l'interfaccia dal terminale, utilizzate il comando di terminale:

    /opt/StorageCraft/spx/bin/spx_gui


Il pacchetto rpm del repository StorageCraft deve essere installato una sola volta. Dopo questa operazione, installate le build successive utilizzando:

yum update spx

In caso di visualizzazione di un messaggio di errore che indica un conflitto con un pacchetto, rimuoverlo:

sudo yum remove <packagename>

Ripetete quindi l'installazione.

 

Ubuntu

Installazione di SPX su Ubuntu 16.04

Importante: verificare che il proprio kernel sia supportato.


1. Installate e configurate il repository StorageCraft sul sistema. Questa operazione deve essere eseguita una sola volta. Eseguite un aggiornamento di SPX dopo aver definito il repository.

Aprite un terminale e digitate i comandi seguenti:

wget https://downloads.storagecraft.com/spx/Ubuntu16.04/storagecraft-repo-latest.deb -O storagecraft-repo-latest.deb

sudo dpkg -i storagecraft-repo-latest.deb

sudo apt-get update

Nota: il comando indicato in precedenza installa una copia della chiave di firma pubblica del repository di StorageCraft sul sistema dei file e inoltre la aggiunge automaticamente all'archivio chiavi apt  del vostro computer Ubuntu. Una copia della chiave è disponibile all'indirizzo http://downloads.storagecraft.com/spx/Ubuntu16.04/stc/repository.key


2. Per installare tutto (interfaccia utente e agente):

sudo apt-get install spx kmod-stcvsm-$(uname -r)

Per installare solo l'agente:

sudo apt-get install spx-agent

Per installare solo l'interfaccia utente:

sudo apt-get install spx-gui
 

3. Per verificare che sia installata la versione più recente di SPX, eseguite:

dpkg-query --show spx*


4. Aggiungete l'utente corrente al gruppo di gestione di SPX:

sudo /usr/bin/gpasswd -a $USER spx


5. Il servizio viene avviato automaticamente dopo l'installazione. Per avviare manualmente il servizio:

systemctl start spx


6. Per aprire la console:

  • Utilizzate la funzione di ricerca per individuare l'icona di SPX
  • Per aprire l'interfaccia dal terminale, utilizzate il comando di terminale:

    /opt/StorageCraft/spx/bin/spx_gui


Il pacchetto deb del repository StorageCraft deve essere installato una sola volta. Dopo questa operazione, installate le build successive utilizzando:

apt-get update

apt-get install spx

 

Installazione di SPX su Ubuntu 14.04

Importante: verificare che il proprio kernel sia supportato.


1. Installate e configurate il repository StorageCraft sul sistema. Questa operazione deve essere eseguita una sola volta. Eseguite un aggiornamento di SPX dopo aver definito il repository.

Aprite un terminale e digitate i comandi seguenti:

wget https://downloads.storagecraft.com/spx/Ubuntu14.04/storagecraft-repo-latest.deb -O storagecraft-repo-latest.deb

sudo dpkg -i storagecraft-repo-latest.deb

sudo apt-get update

Nota: il comando indicato in precedenza installa una copia della chiave di firma pubblica del repository di StorageCraft sul sistema dei file e inoltre la aggiunge automaticamente all'archivio chiavi apt  del vostro computer Ubuntu. Una copia della chiave è disponibile all'indirizzo http://downloads.storagecraft.com/spx/Ubuntu14.04/stc/repository.key
 

2. Per installare tutto (interfaccia utente e agente):

sudo apt-get install spx kmod-stcvsm-$(uname -r)

Per installare solo l'agente:

sudo apt-get install spx-agent

Per installare solo l'interfaccia utente:

sudo apt-get install spx-gui
 

3. Per verificare che sia installata la versione più recente di SPX, eseguite:

dpkg-query --show spx*


4. Aggiungete l'utente corrente al gruppo di gestione di SPX:

sudo /usr/bin/gpasswd -a $USER spx


5. Il servizio viene avviato automaticamente dopo l'installazione. Per avviare manualmente il servizio:

sudo start spx


6. Per aprire la console:

  • Utilizzate la funzione di ricerca per individuare l'icona di SPX
  • Per aprire l'interfaccia dal terminale, utilizzate il comando di terminale:

    /opt/StorageCraft/spx/bin/spx_gui


Il pacchetto deb del repository StorageCraft deve essere installato una sola volta. Dopo questa operazione, installate le build successive utilizzando:

apt-get update

apt-get install spx

 

Installazione di SPX su Ubuntu 12.04

Importante: verificare che il proprio kernel sia supportato.


1. Installate e configurate il repository StorageCraft sul sistema. Questa operazione deve essere eseguita una sola volta. Eseguite un aggiornamento di SPX dopo aver definito il repository.

Aprite un terminale e digitate i comandi seguenti:

wget https://downloads.storagecraft.com/spx/Ubuntu12.04/storagecraft-repo-latest.deb -O storagecraft-repo-latest.deb

sudo dpkg -i storagecraft-repo-latest.deb

sudo apt-get update

Nota: il comando indicato in precedenza installa una copia della chiave di firma pubblica del repository di StorageCraft sul sistema dei file e inoltre la aggiunge automaticamente all'archivio chiavi apt  del vostro computer Ubuntu. Una copia della chiave è disponibile all'indirizzo http://downloads.storagecraft.com/spx/Ubuntu12.04/stc/repository.key
 

2. Per installare tutto (interfaccia utente e agente):

sudo apt-get install spx kmod-stcvsm-$(uname -r)

Per installare solo l'agente:

sudo apt-get install spx-agent

Per installare solo l'interfaccia utente:

sudo apt-get install spx-gui
 

3. Per verificare che sia installata la versione più recente di SPX, eseguite:

dpkg-query --show spx*


4. Aggiungete l'utente corrente al gruppo di gestione di SPX:

sudo /usr/bin/gpasswd -a $USER spx


5. Il servizio viene avviato automaticamente dopo l'installazione. Per avviare manualmente il servizio:

sudo start spx


6. Per aprire la console:

  • Utilizzate la funzione di ricerca per individuare l'icona di SPX
  • Per aprire l'interfaccia dal terminale, utilizzate il comando di terminale:

    /opt/StorageCraft/spx/bin/spx_gui


Il pacchetto deb del repository StorageCraft deve essere installato una sola volta. Dopo questa operazione, installate le build successive utilizzando:

apt-get update

apt-get install spx

Attivate la versione di prova.