Salta al contenuto principale

Choose your region

Americas

    Middle East / Africa

      Europe

          Asia

            Australia and Oceania

              StorageCraft Cloud Services vi aiuta a proteggere sistemi, dati e tempo di attività per garantire la business continuity.

              Pianificate il ripristino da un'emergenza a livello dell'intero sito. Create immagini di backup locale con StorageCraft ShadowProtect® SPX o StorageCraft ShadowProtect.

              Grazie a StorageCraft ImageManager™, potete replicare i backup crittografati offsite, in StorageCraft Cloud. Potete inoltre effettuare il seeding del cloud con l'immagine di backup di base e immagini incrementali consolidate replicandole in un seed drive fisico di StorageCraft e inviandocelo, per risparmiare larghezza di banda.

              Gestite gli account nel cloud per il ripristino di emergenza tramite un portale cloud facile da usare. Le nostre misure per la sicurezza e la privacy consentono solo alle persone autorizzate di accedere alle immagini di backup archiviate, pertanto i backup restano al sicuro qualunque cosa accada. Se si verificasse un'emergenza locale, potete stare certi di recuperare i vostri dati.

              Ripristinate singoli file e cartelle o virtualizzate subito sistemi nel cloud (è possibile scegliere fra tre livelli di servizio per la protezione che risponde alle esigenze dell'azienda). Non vi saranno addebitati costi extra al momento del ripristino.

              Quando sarete pronti, ripristinate il sistema sull'hardware sostitutivo onsite usando il processo di ripristino bare metal di StorageCraft (BMR). Richiedete un BMR drive contenente le immagini di backup di ShadowProtect o SPX. Potete scaricare il file di immagine di backup nel sito locale senza costi aggiuntivi nascosti.

              StorageCraft Recovery Environment vi consentirà di ripristinare il sistema completo dal BMR drive con un tempo di inattività minimo. Se scegliete Cloud Premium ed eseguite una macchina virtuale nel cloud durante un'emergenza, potete scaricare automaticamente i backup incrementali realizzati dopo la creazione e l'invio del drive, semplificando ancora di più il ripristino. Il controllo completo della rete (ad esempio delle configurazioni VPN personalizzabili) consente di eseguire un failover fluido in caso di emergenza.

              Personalizzazione del cloud

              Ogni azienda ha esigenze diverse e i sistemi importanti e non importanti necessitano di livelli di protezione diversi. StorageCraft vi consente di personalizzare la configurazione del cloud per rispettare il piano di business continuity, l'ambiente e il budget.

              Livelli di servizio del cloud

              StorageCraft Cloud Services è disponibile in tre livelli di servizio.

              • Cloud Basic

              • Cloud +

              • Cloud Premium

              Confronto dei livelli di servizio

              Livelli di conservazione del cloud

              Inoltre, StorageCraft Cloud Services è disponibile con tre livelli di conservazione (e con un'opzione di conservazione Flex). Ogni livello di conservazione consente di mantenere un determinato numero di punti di ripristino consolidati giornalieri, settimanali o mensili. In alternativa, potete selezionare l'opzione Flex e personalizzare le impostazioni di conservazione.

              Confronto dei livelli di conservazione

              Potete inoltre creare punti di ripristino infragiornalieri, che sono attuali al pari dei backup più recenti inviati al cloud e verificati. Per creare i punti di ripristino infragiornalieri è sufficiente fare clic sul pulsante "Genera punto di ripristino" nella dashboard del portale cloud.

              Informazioni tecniche

              Dettagli dell'archiviazione cloud

              L'accesso a file e cartelle così come la virtualizzazione completa possono essere praticamente istantanei in StorageCraft Cloud se i dati vengono archiviati con una compressione minima. Quando si esegue il primo upload di un dispositivo sul cloud, la quantità di spazio di archiviazione usato sarà più o meno lo stesso della quantità usata nel volume originale.

              Lo spazio sul cloud risulterà essere maggiore dello spazio richiesto dalle immagini ShadowProtect o SPX compresse in loco. Non appena i punti di ripristino vengono inviati a StorageCraft Cloud, lo spazio di archiviazione impiegato sul cloud aumenterà a causa dei punti di recupero aggiuntivi sul cloud.

              Per ridurre la quantità di spazio utilizzato in StorageCraft Cloud, gli utenti possono sfruttare criteri di conservazione indipendenti rispetto a quelli locali di StorageCraft ImageManager.

              Popolamento del cloud

              Prima di popolare il cloud StorageCraft, dovrete crittografare i backup di ShadowProtect o SPX se non lo avete già fatto. Potete caricare i backup nel cloud in due modi: direttamente in streaming o mediante il nostro servizio di seeding.

              Per assicurarvi che i seed drive siano correttamente confezionati per un transito sicuro, richiediamo l'uso di seed drive di StorageCraft, disponibili a una tariffa minima. Riceverete fino a quattro drive da 2 TB e una confezione rigida e robusta con imbottitura di schiuma.

              Requisiti

              Tenete presente che l'uso di StorageCraft Cloud Services richiede:

              • Software di backup SPX o ShadowProtect

              • StorageCraft ImageManager 6.7.7 o versioni successive

              Ulteriori requisiti e limitazioni del cloud

              All'interno del portale cloud

              Visualizzazione di immagini del portale cloud

              Scoprite di più sulle nostre soluzioni.