Salta al contenuto principale

Choose your region

Americas

    Middle East / Africa

      Europe

          Asia

            Australia and Oceania

              La tecnologia StorageCraft® HeadStart Restore® (HSR) vi consente di avviare un'operazione di ripristino prima che si verifichi un'emergenza. In caso di malfunzionamento del server, un'operazione di ripristino gestita in anticipo riduce notevolmente il tempo di inattività, soprattutto quando vengono coinvolti sistemi con svariati terabyte. Potrete effettuare la migrazione o il ripristino nel tempo necessario a riavviare un server.

              In che modo HSR gestisce le operazioni di ripristino preinstallate?

              Il nostro software di backup genera un file di backup di base del vostro server. Questo backup include i sistemi, le applicazioni, i servizi, le impostazioni, le configurazioni e i dati.

              HeadStart Restore applica quel file di backup di base a un nuovo volume. Tale nuovo volume diventa il vostro volume di standby e il server esistente continua il normale funzionamento.

              Il volume di standby resta sempre aggiornato poiché StorageCraft ImageManager "ripristina" copie delle immagini di backup incrementali di ShadowProtect dalla catena di immagini di backup al volume di standby.

              Se il server smette di funzionare, il volume di standby è identico al volume di tale server non funzionante, meno uno o più backup incrementali. Potete aggiungere questi backup e sarete quindi pronti per il ripristino.

              Il volume di standby può essere un disco virtuale o fisico. I dischi virtuali possono essere ripristinati su un'unità locale o di rete o su VMware ESX/ESXi Server. I dischi fisici possono essere ripristinati su un dispositivo collegato in locale.

              Utilizzate HSR in queste situazioni:

              Icona guasto hardware

              Guasto hardware

              Mentre ripristinate un database server inattivo, l'azienda non si accorgerà nemmeno del malfunzionamento. I dipendenti potranno comunque accedere al database poiché avete impostato una macchina virtuale temporanea grazie alla tecnologia StorageCraft VirtualBoot. In questa macchina virtuale, le modifiche effettuate al database continueranno a essere registrate e archiviate in backup incrementali. A questo punto vi basta impostare un HSR sul database server ripristinato. Una volta applicato il backup incrementale più recente della macchina virtuale temporanea al server ripristinato, potete finalizzare il processo HSR, disattivare la macchina virtuale e riattivare il database server come se niente fosse (i vostri clienti infatti non noteranno alcun contrattempo).

              Migrazione pianificata

              Potete migrare un database server da 2 TB in un nuovo ambiente senza che occorrano tre giorni di inattività per completare l'operazione. Mentre il funzionamento del database server continua regolarmente, utilizzate HeadStart Restore per inviare un'immagine di backup completa del disco di questo server e incrementali successivi a un file della macchina virtuale. Una volta pronti al passaggio, applicherete il backup incrementale più recente al nuovo server e lo riporterete online. Utilizzate la tecnologia StorageCraft Hardware Independent Restore™ per avviare sul nuovo computer il sistema operativo migrato.

              Icona standby virtuale

              Standby virtuale

              Se il server primario smette di funzionare, non fatevi cogliere impreparati grazie all'aiuto di uno standby. Potete impostare HSR in modo da creare il volume di standby come un disco virtuale e posizionarlo su un host ESXi. Se il server smette di funzionare, finalizzate il processo HSR (che interrompe l'aggiunta di modifiche al volume) e riavviate (con l'aiuto di StorageCraft Recovery Environment). A questo punto portate online la copia in standby sostituendo il server primario non funzionante.

              Specifiche tecniche:

              HSR è uno dei componenti del software di gestione del backup StorageCraft ImageManager e funziona con StorageCraft ShadowProtect® SPX e StorageCraft ShadowProtect.

              HSR supporta la creazione dei tipi di volume seguenti: .VHD, .VHDX, .VMDK e volumi fisici.

              Per maggiori informazioni sugli ambienti supportati e sulle limitazioni, consultate:

              Creazione di un processo HSR

              All'interno della console

              Visualizzazione di immagini della console

              Assicuratevi un ripristino rapido.